EXTRA-FORT DI EBERHARD & CO

 RUOTA A COLONNE

Per chiunque produca qualcosa, crediamo che la cosa più difficile sia indovinare i gusti del pubblico. Quelli che gli uomini di marketing chiamano trend.

In particolare, chiudendo il cerchio sull'orologeria, c'è da valutare pure l'anomalia che, soprattutto per l'alto di gamma, la tendenza è nettamente controcorrente. Nel senso che, mentre in genere gli acquirenti privilegiano e sono disposti a spendere di più per tutto ciò che sa di nuovo, d'inedito, di spinta in avanti, quando si tratta di strumenti per segnare il tempo invece prevale il già visto, il consolidato, diciamo il "retrò".

Tenendo però presente che in questo caso al termine viene conferita una valenza del tutta positiva e non certo di cosa superata, come abitualmente succede di fronte a questa definizione.

Purtroppo per loro, però, sono davvero pochi i produttori d'orologi che possono vantare una storia realmente importante alle spalle e soprattutto un catalogo con un campionario di best seller capaci di abbattere le barriere del tempo e di avere il raro dono di essere piaciuti ieri, di piacere oggi, e molto probabilmente di piacere anche domani.

In uno dei primi posti di questa speciale classifica crediamo si possa collocare, senza ombra di dubbio, la Eberhard & Co.

Proprio perché la Manifattura svizzera ha sempre rappresentato uno dei punti di riferimento nella costruzione di quello che, vo-

Se Si ingrandisce uno dei cronografi del mito. Cassa a 41 mm, Gran Data, e movimento con ruota a colonne i nuovi plus per ribadire la leggenda.

Nuovissimo è il cronografo con Ruota a Colonne e Gran Data che la Eberbard & Co. ha realizzato in oro rosa e in acciaio. Sopra il movimento visibile dal fondello e il trono.

lente o nolente, era ed è il simbolo dell'orologeria da polso: il cronografo. A questa complicazione, tutt'altro che facile se eseguita come Dio comanda, i Maestri orologiai della Eberhard & Co. hanno, per tradizione, dedicato nel corso dei decenni sempre anima e tempo.

Ottenendo risultati a volte ancora oggi insuperati, ed in ogni caso sempre in anticipo sui tempi dal punto di vista tecnico ed estetico. Basti pensare alla rivoluzione, a metà degli anni '30, del cronografo a doppi pulsanti. Anteprima assoluta per l'epoca e, come si vede ancora oggi, punto di partenza poi imitato da tutti.

Nella ricca serie di cronografi, orgogliosi di avere il marchio della Maison di Bienne sul quadrante, per appassionati e collezionisti un posto di rilievo lo occupa da sempre la collezione Extra-fort.

Una denominazione che la Eberhard & Co. attribuì ad alcuni cronografi dell'immediato dopoguerra e che subito conobbe un successo travolgente per la sua innegabile eleganza, basata su una cassa dalle proporzioni perfette nell'inedito look delle anse e soprattutto dei pulsanti rettangolari.

Anche il quadrante, per quegli anni, era tanto innovativo quanto affascinante nello svilupparsi di piccoli numeri romani o arabi e indici ai quarti applicati, contrastanti con i due (tre per alcune versioni) piccoli contatori a cifre arabe, e soprattutto con le caratteristiche lancette Dauphine bombate.

Per riassumere, un auten-         

CONTINUA

Gioielleria Sessa Aristide - Via Duomo, 42 - CAPUA (CE) - Tel. 0823/961560 - sessa@sessagioielli.it